Chirurgia paradontale parodontologia

CHIRURGIA PARADONTALE - Parodontologia

5-chirurgiaLe terapie chirurgiche paradontali sono consigliate nei casi di parodontite avanzata, chiamata anche piorrea, quando il tessuto osseo e gengivale è distrutto e le tasche paradontali possono creare uno spazio di proliferazione dei batteri.

La chirurgia paradontale permette infatti di ricostruire i tessuti di sostegno del dente andati distrutti, consentendo al paziente di ripristinare l’efficienza del proprio apparato masticatorio, dopo qualche giorno di convalescenza.

La parodontologia è una branca odontoiatrica che cura i tessuti interni ai denti cioè: gengiva, legamento paradontale, cemento radicolare (che ricrea la radice), osso.  La parodontologia si occupa di tutte le malattie che si interessano di parodonto (parodontopatie) e che in passato venivano comunemente definiti in modo più generico col termine 'piorrea', dal greco “scolo di pus”. 

Prima di arrivare ad una condizione critica quando ormai la malattia è irrevocabilmente indirizzata verso l’esito finale (la perdita dei denti) il paradontologo, un medico dentista con particolari competenze ed esperienze, può con tecniche specifiche allungare notevolmente la vita degli elementi dentari compromessi purché si intervenga prima della fase espulsiva.

Cause
La malattia paradontale è una malattia che ha una componente infettiva, ma principalmente si definisce multifattoriale, grande importanza sono le abitudini del paziente (controllo della placca, fumo) aspetti genetici (ereditarietà), malattie sistemiche (diabete) assunzione di farmaci (per esempio alcuni farmaci per la pressione).
 
Su questo sito usiamo i cookies. Navigandolo accetti.