Chirurgia osseo-resettiva

5-chirurgiaCHIRURGIA OSSEO-RESETTIVA

E' una chirurgia spesso utilizzata come approccio pre-protesico, oppure pre-implantare, dove le formazioni ossee posso ostacolare il corretto posizionamento di protesi mobili, oppure l' inserimento di impianti osteointegrati.

Asportazioni di neoformazioni benigne del cavo orale: lo studio si avvale della consulenza di un medico specializzato in patologia orale che ,con un esame istologico, può accertare in tempi brevi la natura della lesione e comunicarlo al paziente.

L'elevazione del pavimento del seno mascellare, la rigenerazione ossea guidata con membrane, gli innesti ossei, con osso sintetico biocompatibile, proveniente dalla banca dei tessuti, oppure prelevato direttamente dal paziente, hanno ormai risultati sicuri e da molti anni lo studio, ed in particolare il Dott. Motta, ha iniziato un percorso per attuare delle tecniche mini-invasive senza tagli, senza suture e ,dove e' possibile, senza innesti di osso autologo.

 
La chirurgia orale-resettiva e' utilizzata in parodontologia per rimuovere il tessuto malato (la tasca), per ricontornare i tessuti molli (gengive) e duri (osso alveolare), rimuovendo picchi e irregolarità; e' una tecnica per l'eliminazione permanente delle tasche parodontali.

Lo studio si avvale di strumentazioni all'avanguardia, come il piezo-surgery per lavorare in sicurezza con metodica non invasiva.

Il piezo-surgery e' uno strumento di elezione nella chirurgia osseo-resettiva.
Su questo sito usiamo i cookies. Navigandolo accetti.